LOGIN:  

ENTI E PARTNER

ESU di Verona

ESU di Verona
ESU di Verona è l’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario: garantisce il diritto allo studio agli iscritti all’Università di Verona, all’Accademia di Belle Arti e al Conservatorio di Musica attraverso servizi abitativi e ristorativi e benefici assegnati per concorso sulla base di requisiti di reddito e merito. Per diritto allo studio si intende il complesso di norme che regolano gli interventi volti ad assicurare agli studenti universitari la possibilità di accedere ai servizi che costituiscono un concreto sostegno al percorso di formazione universitaria.

L’ESU di Verona eroga i propri servizi mettendo al centro la qualità della vita dello studente, nella convinzione che il contesto positivo ed efficiente ne possa agevolare gli studi. ESU collabora inoltre con l'Università di Verona nella realizzazione di interventi di mobilità internazionale, corsi di lingua e orientamento al lavoro. Tra le iniziative promosse anche eventi sportivi e musicali indirizzati alla comunità universitaria veronese.
  
Gli interventi, erogati anche in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona, coprono efficacemente tutte le aree di interesse per lo studente.

Patrocinio Regione del Veneto

Patrocinio Regione del Veneto Regione a statuto ordinario di 4 908 472 abitanti, capitale storica e capoluogo amministrativo è la città di Venezia.Insieme al Trentino-Alto Adige e al Friuli Venezia Giulia il Veneto costituisce la macroarea del Triveneto o delle Tre Venezie. Con 579 comuni sul suo territorio, il Veneto è la terza regione d'Italia per suddivisione comunale.Il Veneto è Regione autonoma, in armonia con la Costituzione della Repubblica e con i principi dell’ordinamento dell’Unione europea, è costituita dal popolo veneto e dai territori delle province di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza.

La Regione è rappresentata dalla bandiera, dal gonfalone e dallo stemma stabiliti con legge regionale.
Il Presidente della Regione ha la funzione di rappresentare sia giuridicamente che politicamente l'Ente nel suo complesso.

Comune di Verona

Comune di Verona Città ricca di storia, di arte e cultura, Verona con oltre 257 mila abitanti, è il capoluogo dell’omonima provincia. Proprio grazie al suo straordinario patrimonio storico e artistico, Verona e il suo centro storico, nel 2000, sono stati iscritti nella lista del Patrimonio Mondiale Unesco.

Il Comune di Verona ha ripartito il proprio territorio in otto circoscrizioni, che rappresentano “aree integrate per natura del territorio”. Il Comune è al servizio della persona e della famiglia, a partire da coloro che si trovano in difficoltà. Si impegna a valorizzare il patrimonio culturale della città in tutte le sue forme ed espressioni e favorisce il progresso della cultura in ogni sua libera manifestazione. 

Il Comune di Verona programma e attua un organico assetto del proprio territorio con una pianificazione equilibrata di insediamenti e infrastrutture. 

Sostiene lo sviluppo del sistema produttivo locale, creando e valorizzando reti di servizi a supporto delle imprese, predisponendo ed attuando programmi di promozione per attività terziarie tecnologicamente avanzate, qualificando le attività turistiche e quelle commerciali.

Il sindaco, eletto nel 2017, è Federico Sboarina.

Comune di Vicenza

Comune di Vicenza Il Comune di Vicenza ha all’attivo dal 2012 lo sportello Cercando il Lavoro, un servizio dedicato per le politiche del lavoro che si occupa di offrire alle persone in cerca di lavoro sostegno, consigli, orientamento e formazione. Cercando il Lavoro nasce su impulso del Comune di Vicenza e di 21 comuni limitrofi, tra cui i sei comuni aderenti al partenariato del progetto Ulisse.

A sostegno della territorialità delle politiche del lavoro viene istituito nel 2016 il Patto Territoriale lavoro ed inclusione sociale del territorio vicentino. Il Patto Territoriale è attualmente composto da 110 Comuni (su 121).

Camera di Commercio di Verona

Camera di Commercio di Verona Le Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura sono enti pubblici dotati di autonomia funzionale che svolgono, nell'ambito della circoscrizione territoriale di competenza, sulla base del principio di sussidiarietà di cui all'articolo 118 della Costituzione, funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese, curandone lo sviluppo nell'ambito delle economie locali.


Nell’erogazione dei propri servizi, la Camera di Commercio di Verona, infatti, si ispira ai principi fondamentali enunciati dalla suddetta direttiva, di seguito illustrati, volti a disciplinare i rapporti tra enti ed utenti nonché le forme di tutela di cui possono avvalersi questi ultimi.  Tra questi rientrano eguaglianza ed imparzialità, continuità del serviziopartecipazione e collaborazione, efficienza ed efficaciaqualità, offrendo servizi sempre più vicini alle reali esigenze delle imprese per essere competitive sempre e ovunque, favorendo il supporto adeguato per la valorizzazione del tessuto imprenditoriali veronese.

Camera di Commercio di Vicenza

Camera di Commercio di Vicenza La Camera di Commercio di Vicenza è un ente pubblico, con autonomia funzionale e potestà statutaria, che svolge funzioni di interesse generale per il sistema delle imprese, curandone lo sviluppo nell’ambito dell’economia locale.

La Camera di Commercio elabora un programma strategico quinquennale, aggiornato annualmente, che realizza con le risorse finanziarie derivanti dall’incasso del diritto annuale e dei diritti di segreteria. 

Sono organi della Camera di Commercio di Vicenza: Consiglio, composto da 25 componenti, 22 dei quali sono designati dalle organizzazioni rappresentative delle imprese della provincia di Vicenza; Giunta, composta dal Presidente della Camera di Commercio e da 7 consiglieri nominati dal Consiglio al suo interno; Presidente della Camera di Commercio e Collegio dei Revisori dei conti.

La riforma delle Camere di Commercio, iniziata con la Legge 29 dicembre 1993 n. 580, si è sviluppata con diversi interventi normativi tra i quali il DLgs n. 23 del 15 febbraio 2010 «Riforma dell'ordinamento relativo alle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura» e la Legge n. 180 dell’11 novembre 2011, il cd. «Statuto delle imprese» e si è conclusa con il DLgs n. 219 del 25 novembre 2016

Confindustria Vicenza

Confindustria Vicenza Confindustria Vicenza è un'associazione privata, senza scopo di lucro, autonoma e apartitica che rappresenta, tutela e assiste le imprese industriali e le imprese produttrici di beni e servizi nei rapporti con le istituzioni, le amministrazioni, le organizzazioni economiche, politiche, sindacali e con ogni altra componente della società.

Fa parte del sistema confindustriale italiano, è una delle prime associazioni territoriali a livello nazionale con circa 1.600 imprese associate che insieme occupano oltre 85 mila addetti.

Da oltre 70 anni accompagna e sostiene lo sviluppo del sistema produttivo vicentino, caratterizzato dalla piccola dimensione aziendale e da una straordinaria vocazione ai mercati esteri.

Accademia di Belle Arti di Verona

Accademia di Belle Arti di Verona L’Accademia di belle Arti di Verona è una delle cinque accademie storiche legalmente riconosciute finanziate dagli Enti locali, insieme a quella di Bergamo, Genova, Perugia e Ravenna. L’Accademia è inserita nel sistema pubblico, comparto AFAM. Come le altre istituzioni appartenenti al medesimo comparto, l’Accademia rilascia diplomi di primo livello al termine di un percorso di studi triennale e diplomi di secondo livello al termine del biennio specialistico.

L’accademia si pone quattro obiettivi principali:
 * organizza, cura e gestisce l’attività didattica utile al conseguimento per gli studenti del titolo di studio;
 * concorre alla tutela ed alla valorizzazione dei beni artistici, storici e culturali;
 * collabora con le istituzioni pubbliche per la promozione e lo sviluppo dell’arte e della cultura;
 * promuove e diffonde la conoscenza e lo studio delle arti e la cultura storica e artistica della città di Verona e del territorio del Veneto.

Fondazione Studi Universitari di Vicenza

Fondazione Studi Universitari di Vicenza La Fondazione Studi Universitari di Vicenza è l’espressione della volontà di istituire a Vicenza dei percorsi formativi di livello universitario direttamente collegati e rapportati con il territorio. I Soci Fondatori della Fondazione sono la Provincia di Vicenza, il Comune di Vicenza e la Camera di Commercio di Vicenza ed i Soci Sostenitori sono Regione del Veneto e Confindustria Vicenza. Gli indirizzi e le decisioni di oltre 20 anni di attività sono sovrintesi da un ben determinato “modus operandi”. Innanzitutto l’accordo e l’intesa con le rappresentanze sociali ed economiche con un continuo raffronto/confronto con gli stakeholder istituzionali (enti, categorie, ordini) e privati (imprese e realtà economico produttive di rilievo).Una funzione dunque di collegamento costante con il territorio allargato di riferimento, inter ed extra provinciale. L’impegno per lo sviluppo universitario indirizzato verso l’eccellenza delle iniziative - eccellenza che alla propria base ha la garanzia di due prestigiosi Atenei quali quello di Padova e quello di Verona - e la scelta dei corsi attivati in Vicenza, che assicurano un inserimento dei laureati in breve tempo dal conseguimento del titolo, ha fatto sì che la risposta universitaria data al territorio vicentino sia  risultata essere valida anche per tutte le province limitrofe.

Fin dall’ inizio l’impegno è stato quello di voler creare un ambiente universitario completo dove all’attività primaria di didattica si aggiungessero quelle di ricerca e di organizzazione e gestione dei servizi per gli studenti. Per Vicenza si può parlare pertanto di vera e propria sede universitaria i cui spazi e le cui attività (di didattica, di ricerca, congressuali, para universitarie) sono cresciuti in modo esponenziale negli anni. L’istituzione e la vitalità in Vicenza del Dipartimento di Tecnica e Gestione di sistemi industriali dell’Università di Padova e del Polo Scientifico Didattico “Studi sull’Impresa” dell’Università di Verona  ne sono la concreta riprova. Importante e fondamentale è dunque il ruolo di supporto all’Università svolto dalla Fondazione Studi Universitari. A tale ruolo vanno ad aggiungersi più marcate le funzioni di monitoraggio, di collegamento con l’economia locale, con il mondo della cultura e con ogni iniziativa pubblica o privata nella quale l’Università stessa possa portare il proprio contributo.

La Fondazione Studi Universitari, come da proprio Statuto, è promotore e il sostenitore dell’istruzione universitaria a Vicenza. Essa è chiamata a fungere così da coordinatore e collettore delle esigenze, delle domande, degli obiettivi, delle risorse e delle programmazioni

Università degli Studi di Padova

Università degli Studi di Padova Francesco Guicciardini e Pico della Mirandola tra gli studenti, Galilei, Falloppio, Vesalio, Morgagni tra i docenti: sono solo alcuni dei nomi che può vantare la storia dell'Università di Padovanata nel lontano 1222 e da allora fucina di ricerca, sperimentazione e progresso. I nomi celebri sono molti, a testimoniare l'attrattività e la vocazione internazionale dell'Ateneo patavino, e la sua continua preminenza nel mondo della ricerca.

Padova è stata l’Università dei primati, con il primo Orto botanico universitario del mondo, creato nel 1545 e inserito dall’Unesco nel Patrimonio mondiale dell’umanità, il primo teatro anatomico stabile giunto fino a noi intatto (voluto da Girolamo Fabrici d'Acquapendente e inaugurato nel 1594), la prima donna laureata al mondo, Elena Lucrezia Cornaro.

I primati di oggi sono testimoniati invece dalle classifiche che vedono Padova costantemente in testa tra i grandi atenei per qualità della didattica, della ricerca e dei servizi, e delle collaborazioni con i maggiori enti di ricerca internazionali.

Anche i  numeri sottolineano le dimensioni dell’Ateneo: 64.000 studenti, oltre 2.200 docenti, quasi 2.300 tecnici amministrativi, 12.000 laureati all’anno, oltre 5.000 borse di studio, 32 dipartimenti, oltre 2 milioni di libri in 41 biblioteche, 82 corsi di laurea triennale, 81 corsi di laurea magistrale, 8 corsi di laurea a ciclo unico, 65 master, 65 scuole di specializzazione, 37 corsi di perfezionamento, 4 corsi di alta formazione, 35 scuole di dottorato, 2 corsi di dottorato internazionale. Sono in costante aumento i corsi erogati in lingua inglese così come quelli on line.

A questo si aggiunge la scuola di eccellenza, ovvero la Scuola Galileiana di Studi Superiori, cui possono accedere ogni anno, tramite concorso, i migliori studenti con la possibilità di scegliere tra la classe di Scienze Morali, Scienze sociali e Scienze Naturali.

Universa universis patavina libertas: da sempre libera, da sempre protagonista nella ricerca internazionale.

Università degli Studi di Verona

Università degli Studi di Verona L'Università di Verona punta sull'innovazione e sulla qualità della ricerca e della didattica: un’istituzione composta da 22000 studenti e 1500 tra docenti, ricercatori e personale tecnico-amministrativo atta a realizzare un processo di crescita continua attraverso la valorizzazione del patrimonio di risorse umane, strutturali e finanziarie.
Un ateneo profondamente inserito nel contesto cittadino che guarda al futuro attraverso un continuo rafforzarsi del legame tra offerta formativa e mondo del lavoro e si è posto quale obiettivo principale, per il futuro più prossimo, la realizzazione di strutture sempre più accoglienti e adeguate.